Conto alla rovescia per il lancio della Crew Dragon

111 Views Sarà il primo dal 2011 con astronauti dal suolo americano E’ destinato ad aprire una nuova era del volo spaziale, il primo lancio di astronauti dal suolo americano dopo l’uscita di scena dello Space Shuttle di 9 anni fa e il primo a bordo di un veicolo costruito per la Nasa da un’azienda privata. In programma il 27 maggio con la capsula Crew Dragon della SpaceX, il lancio è previsto dalla storica piattaforma 39A di Cape Canaveral (Florida), la stessa da cui partivano le missioni Apollo e lo…

Read More

I tre video di Ufo sono reali. La conferma del Pentagono

113 Views Dopo un paio di tentativi, il pilota della Marina Usa riesce a inquadrare con la camera a infrarossi lo strano oggetto che si muove sull’acqua. Esulta: “Preso!”. Via radio lui e i colleghi si mostrano increduli di fronte a un fenomeno che all’apparenza non ha spiegazioni. Un veicolo, o qualsiasi cosa sia, che sfreccia a grande velocità. Gridano “Oh mio dio” e come adolescenti di fronte a un videogame commentano: “L’hai agganciato (manualmente, ndr)?”. “No è l’autotrack” è la risposta del pilota. Ma non è un videogame. Il…

Read More

Dimissioni alla Nasa, a 7 giorni dal lancio della Crew Dragon

101 Views Gli Usa verso il primo lancio di astronauti dopo nove anni. Lascia a sorpresa il capo del programma Volo umano Il responsabile del Volo umano della Nasa, Douglas Loverro, lascia il suo incarico. La notizia, che non ha ancora la conferma ufficiale da parte dell’agenzia spaziale americana, corre sui media e sui social e per tutti l’impressione è quella di una doccia fredda sull’entusiasmo che finora ha accompagnato il più grande appuntamento dello spazio americano degli ultimi anni: il lancio dal suolo degli Stati Uniti di una capsula…

Read More

Il frammento di un razzo cinese in caduta sulla Terra

111 Views Evento previsto, per l’esperto Italia ed Europa al sicuro Sta rientrando sulla Terra in modo incontrollato – così come era stato previsto – un frammento del razzo vettore cinese Lunga Marcia 5B, lanciato lo scorso 5 maggio. Secondo Luciano Anselmo, esperto di detriti spaziali del Cnr, il relitto dovrebbe cadere a breve in una fetta del globo compresa tra Australia, Africa e Stati Uniti, mentre l’Europa e l’Italia sarebbero al sicuro. “E’ molto probabile che i detriti finiscano nell’oceano, mentre la possibilità che causi vittime è milioni di…

Read More

Grotte sotterranee contaminate dall’attività dell’uomo

114 Views Lo studio americano nella riserva del Monte Conca in Sicilia Sembrano luoghi di natura incontaminata, eppure anche le grotte sotterranee scavate nel cuore delle montagne possono essere inquinate da batteri provenienti dalle acque reflue delle città e delle aree agricole. Lo dimostrano le analisi condotte nel sistema carsico della riserva naturale del Monte Conca, in Sicilia, dai ricercatori dell’Università della Florida del Sud in collaborazione con il Centro speleologico etneo. I risultati sono pubblicati sulla rivista Plos One. Geologi e microbiologi hanno lavorato fianco a fianco per raccogliere…

Read More

Scoperto il buco nero più vicino alla Terra

122 Views È a soli 1.000 anni luce e ha due stelle compagne Scoperto il buco nero più vicino alla Terra: è distante appena 1.000 anni luce. A svelarne l’esistenza, due stelle compagne che orbitano intorno a questo mostro cosmico e che sono così vicine da essere visibili persino a occhio nudo, nel cielo visibile dall’emisfero meridionale. Le caratteristiche di questo sistema triplo, chiamato HR 6819, sono pubblicate sulla rivista Astronomy & Astrophysics dal gruppo di astronomi dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso), coordinato da Thomas Rivinius. Si tratta, spiega Rivinius, “di…

Read More

L’intruso del Sistema Solare forse è il frammento di un pianeta

62 Views Una super Terra distrutta dalla sua stella L’intruso del Sistema Solare, Oumuamua , potrebbe essere il frammento di un pianeta alieno, passato troppo vicino alla propria stella e deformato dalla sua attrazione gravitazionale, fino ad assumere una forma allungata. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Nature Astronomy da Yun Zhang e Douglas Lin, dell’Università Tsinghua di Pechino e dell’Accademia cinese delle Scienze. Secondo gli autori dello studio, la nuova ipotesi di formazione di Oumuamua, basata su simulazioni al computer, spiegherebbe la strana forma di questo visitatore del Sistema…

Read More

La stella simile al Sole sopravvissuta al buco nero

103 Views Continuerà a orbitargli intorno per miliardi di anni È sopravvissuta a un incontro ravvicinato con un buco nero gigante, con massa 400.000 volte il Sole, al centro della galassia GSN 069, a circa 250 milioni di anni luce dalla Terra. È una gigante rossa, una stella come il Sole nella fase finale della sua evoluzione che, esaurito il proprio combustibile nucleare, inizia a gonfiarsi. Gli astronomi dell’Università britannica di Leicester, coordinati da Andrew King, si sono accorti della sua presenza grazie a un’emissione di raggi X regolare come…

Read More

Su Marte fiumi simili al Po, 3,7 miliardi di anni fa

58 Views Scoperta a guida italiana Grandi fiumi che scorrendo creavano canali e banchi di sabbia come fa il Po: accadeva su Marte 3,7 miliardi di anni fa. Ricostruisce quell’antichissimo paesaggio la ricerca internazionale pubblicata su Nature Communications da Francesco Salese, della International Research School of Planetary Sciences (Irsps) dell’Università d’Annunzio di Pescara e dell’Università olandese di Utrecht. “Le caratteristiche della zona studiata indicano che su Marte con altissima probabilità c’erano molti grandi fiumi, che oggi sono probabilmente sepolti” e che probabilmente sono esistiti per un lungo periodo, anche oltre…

Read More

Le stelle cadenti della cometa di Halley hanno salutato la Terra

66 Views All’alba del 5 maggio Le stelle cadenti della cometa di Halley, le Eta Aquaridi, hanno salutato la Terra. hanno infatti raggiunto il picco di attività all’alba del 5 maggio. A partire dalle 4,00 del mattino, a ridosso del tramonto della Luna e poco prima del sorgere del Sole, c’è stata una stretta finestra di osservazione che permesso di vedere le meteore più brillanti. “E’ uno sciame famoso perché è legato alla cometa di Halley che si lega anche a un altro sciame, quello delle Orionidi, meteore visibili in…

Read More