EQUINOZIO ed EQUILUCE: torna l’AUTUNNO astronomico

275 ViewsIl 23 settembre 2022 alle 03:03 (ora italiana) avverrà l’equinozio che segnerà l’inizio dell’autunno astronomico nell’emisfero boreale. Nel momento dell’equinozio i raggi del Sole colpiscono la Terra in modo perpendicolare all’asse di rotazione terrestre, determinando una durata del giorno uguale a quella della notte, dal latino infatti aequinoctium, “notte uguale”. In realtà la rifrazione atmosferica conferisce qualche momento in più di luce dopo che il Sole è sceso sotto l’orizzonte, determinando quindi una leggera, ma maggiore, durata del dì rispetto alla notte; è così che il vero momento in cui notte e giorno saranno davvero…

Read More

Eventi di freddo estremo in Usa e Europa sempre più frequenti

385 ViewsDovuti al riscaldamento dell’Artico In Europa, Asia e Nord America gli eventi di freddo estremo in inverno sono sempre più frequenti: a provocarli, può sembrare paradossale, è il veloce riscaldamento dell’Artico. A dimostrarne la diretta connessione è uno studio pubblicato su Science da ricercatori dell’Istituto di Tecnologia del Massachusetts (Mit). Ondate di freddo nella storia umana non sono mai mancate, tra le più note quella che colpì l’Europa nel 1709 e portò addirittura a ghiacciare i canali di Venezia su cui pare fosse possibile pattinare, ma eventi ugualmente estremi…

Read More

Etna: studio Ingv individua il ‘cuore pulsante’ del vulcano

470 ViewsAlimentazione con due serbatoi di magma a diverse profondità Un funzionamento simile a quello di un ‘cuore pulsante’, con un serbatoio magmatico più profondo che ne alimenta costantemente uno più superficiale, dove i gas pressurizzano dando origine alla raffica di fontane di lava. E’ il risultato del modello elaborato per l’Etna da un team di ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) pubblicato sulla rivista ‘Applied Sciences’. Lo studio si è concentrato su una serie di quattro fontane di lava che hanno interessato il cratere Voragine del vulcano…

Read More

Pompei, le correnti piroclastiche durarono 15 minuti circa

410 ViewsStudio Ingv-Uni.Bari, le ceneri prodotte uccisero gli abitanti Circa quindici minuti: tanto durarono le correnti piroclastiche (il fenomeno più devastante delle eruzioni esplosive) che colpirono Pompei durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.. Le ceneri vulcaniche generate, inalate dagli abitanti, furono fatali, uccidendoli per asfissia. E’ quanto ha calcolato uno studio dell’università di Bari, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e il British Geological Survey di Edimburgo, appena pubblicato sulla rivista Scientific Reports. “Obiettivo del lavoro – spiega Roberto Isaia, ricercatore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Ingv – è…

Read More

Caldo record negli oceani,primato nel Mediterraneo

724 ViewsTemperature più alte mai registrate fino a 2.000 metri profondità Caldo record negli oceani, con il Mediterraneo che detiene il più alto tasso di riscaldamento a livello globale: le temperature rilevate nelle acque oceaniche fino alla profondità di 2.000 metri sono le più alte mai registrate, come se gli oceani avessero assorbito l’equivalente del calore prodotto da 630 miliardi di asciugacapelli costantemente in funzione giorno e notte per un anno. Lo indicano i dati raccolti da 13 istituti di ricerca di tutto il mondo, fra i quali gli italiani…

Read More

Stromboli, studio Ingv-Ign su allerta precoce eruzioni

565 Views Preavviso attività da analisi dei dati sismici e dilatometrici “Con un nuovo studio dei dati sismici e dilatometrici della crisi eruttiva che si è verificata a Stromboli nell’estate del 2019 si sono evidenziate variazioni anomale che possono contribuire alla realizzazione di un sistema di allerta precoce”. Lo afferma un gruppo di ricercatori dell’Ignv italiano e dell’Ign spagnolo in base a uno studio sull’analisi dei dati sismici e dei segnali registrati da un dilatometro da pozzo installato sull’isola delle Eolie. Dai risultati della ricerca pubblicata su “Scientific Reports”, si…

Read More

Alle porte di Roma due vulcani gemelli addormentati

631 Views Sono le regioni dei Monti Sabatini e dei Colli Albani I Monti Sabatini e i Colli Albani, regioni vulcaniche alle porte di Roma, hanno avuto una storia eruttiva simile tanto che è possibile considerarli “gemelli addormentati”. Lo dimostra lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports dal gruppo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), coordinato da Fabrizio Marra, insieme ai colleghi dell’Università Sapienza di Roma e del Laboratorio di Geocronologia dell’Università americana del Wisconsin. Gli autori dello studio hanno ricostruito l’attività eruttiva delle regioni dei Monti Sabatini e…

Read More

Grotte sotterranee contaminate dall’attività dell’uomo

636 Views Lo studio americano nella riserva del Monte Conca in Sicilia Sembrano luoghi di natura incontaminata, eppure anche le grotte sotterranee scavate nel cuore delle montagne possono essere inquinate da batteri provenienti dalle acque reflue delle città e delle aree agricole. Lo dimostrano le analisi condotte nel sistema carsico della riserva naturale del Monte Conca, in Sicilia, dai ricercatori dell’Università della Florida del Sud in collaborazione con il Centro speleologico etneo. I risultati sono pubblicati sulla rivista Plos One. Geologi e microbiologi hanno lavorato fianco a fianco per raccogliere…

Read More

Clima, l’ozono ‘cattivo’ aumenta sull’Europa

516 Views Aiutato da ondate di calore e siccità Sotto la spinta di ondate di calore e siccita’ sta aumentando sull’Europa il livello del cosiddetto ozono ‘cattivo’, ossia l’ozono al suolo che contrariamente a quello atmosferico, e’ un forte ossidante in grado di causare seri danni alla vegetazione e, nell’uomo, irritazioni a occhi, pelle e polmoni. E’ quanto emerge dalla ricerca internazionale pubblicata sulla rivista Nature Climate Change e coordinata dall’universita’ americana di Princeton, alla quale l’Italia ha partecipato con i fisici Giacomo Gerosa e Angelo Finco, entrambi dell’Universita’ Cattolica.…

Read More