Pompei, le correnti piroclastiche durarono 15 minuti circa

231 Views

Studio Ingv-Uni.Bari, le ceneri prodotte uccisero gli abitanti

Il Vesuvio visto dallo spazio, fotografato dall’astronauta Paolo Nespoli (fonte:Paolo Nespoli, ESA/NASA)

Circa quindici minuti: tanto durarono le correnti piroclastiche (il fenomeno più devastante delle eruzioni esplosive) che colpirono Pompei durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.. Le ceneri vulcaniche generate, inalate dagli abitanti, furono fatali, uccidendoli per asfissia. E’ quanto ha calcolato uno studio dell’università di Bari, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e il British Geological Survey di Edimburgo, appena pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

“Obiettivo del lavoro – spiega Roberto Isaia, ricercatore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Ingv – è stato quello di sviluppare un modello per cercare di capire e di quantificare l’impatto dei flussi piroclastici sull’abitato di Pompei”. I flussi piroclastici, paragonabili alle valanghe, sono il flusso di materiale magmatico e gas ad alte temperature che scende dai fianchi di un vulcano ad alta velocità. Studiando il terreno e in laboratorio i depositi piroclastici negli scavi archeologici di Pompei, i ricercatori sono riusciti a sviluppare un modello matematico che ha permesso di effettuare delle simulazioni numeriche. In questo modo hanno potuto stimare gli effetti delle correnti piroclastiche sul territorio e l’uomo. “Il risultato principale è che il perdurare del passaggio delle correnti piroclastiche è avvenuto in un lasso di tempo compreso tra i 10 e i 20 minuti”, continua Isaia. Il modello può essere applicato anche agli altri vulcani attivi di tutto il mondo. L’esempio di Pompei, distante 10 chilometri dal Vesuvio, “suggerisce come l’applicazione di questo modello potrebbe essere molto utile per comprendere la durata dei flussi piroclastici e – conclude il ricercatore – dei danni derivanti da un’eruzione, anche a distanze dove la temperatura e la pressione delle correnti piroclastiche non provoca più effetti dannosi sull’uomo e l’ambiente”.

Comments

comments

Leggi anche