ZINNIA: il primo fiore sbocciato nello spazio

65 Views

E’ primavera e sulla Terra sbocciano bellissimi e colorati fiori di ogni specie.

Sapevate che è accaduto anche nello spazio!?

Qualche anno fa, il 15 Gennaio 2016, la Stazione Spaziale fu la culla della fioritura di una bellissima Zinnia; si tratta di una pianta originaria del Messico, appartenente alla famiglia delle Asteracee.

La presenza di questo pianta e del suo bellissimo fiore arancione a bordo della ISS è frutto di un esperimento condotto dall’allora equipaggio, in primis l’astronauta-giardiniere Scott Kelly, affiancato anche da Kijell Lindgren e da Tim Peake.

Credit photo: Scott Kelly

Esperimento portato avanti con non poche difficoltà visto che gli astronauti hanno dovuto far fronte a insidie quali muffe e ruggine, ma che ha portato a risultati più che soddisfacenti.

Ne è nata una bellissima verdeggiante pianta, con un bel fiore giallo-arancione, che l’astronauta Scott Kelly non perse tempo a pubblicare sui suoi canali social, con tanta gioia e soddisfazione.

Fu la prima volta in cui venne osservato un processo fisiologico nello spazio, e quell’esperimento rappresentò un grande passo nel ricreare in orbita un ambiente simile a quello terrestre.

Nella foto la piantina di Zinnia con il suo bellissimo fiore arancio a bordo della ISS e sullo sfondo la Terra. Credit: NASA

Per produrre la pianta è stata utilizzata una serra, Veggie, costituita da una camera di crescita dotata di un sistema di irrigazione, da terriccio inerte a base di argilla, luci a led e il tutto perfettamente sigillato.

Grazie al programma Veggie, già nel 2014 era stato condotto un esperimento simile che produsse della lattuga; la zinnia però è una pianta più difficile da coltivare, poichè più sensibile alla luce e alle variazioni di qualsiasi tipo, e inoltre necessita di un periodo di circa 60/80 giorni per crescere.

Nonostante ciò i risultati ottenuti sono stati più che soddisfacenti, anche se qualche piantina purtroppo non è sopravvissuta.

Lo studio e gli esperimenti di coltivazione di piante in microgravità a bordo della Stazione Spaziale è un tema sempre attuale, poiché è necessario acquisire sempre più competenze in questo settore al fine di ricreare appositi ambienti per la produzione di altre specie, anche commestibili, per eventuali colonie umane extraterrestri.

Comments

comments

Leggi anche