Etna in eruzione, colata lavica dal Nuovo Cratere di Sud-Est

749 Views Registrati dall’Ingv due modesti flussi sin una zona desertica Una nuova fase eruttiva con l’emissione di una colata lavica sommitale è in corso sull’Etna, il cui sistema di energia interna registra un’aumento di ‘energia’. E’ quanto si apprende dalle rilevazioni dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo (Imgv-Oe) di Catania, dai quali emerge “la presenza di due modesti flussi lavici sommitali dal Nuovo Cratere di Sud-Est, che al momento sono confinati sull’alto fianco orientale e meridionale del cono”. L’attività è confinata in una zona sommitale e desertica del…

Read More

La laguna di Venezia deserta, vista dallo spazio

725 Views Le foto del satellite europeo Sentinel 2 La laguna di Venezia appare deserta, dopo le misure di contenimento per contrastare la diffusione dell’epidemia da coronavirus Sars-CoV-2. E’ evidente dal confronto delle foto scattate nel 2019 e in questi giorni dal satellite Sentinel 2, del programma Copernicus gestito da Commissione Europea e Agenzia Spaziale Europea (Esa). Il blocco delle attività a Venezia ha ridotto drasticamente il traffico di barche e vaporetti, come è evidente confrontando le immagini della laguna e dei suoi canali scattate il 13 aprile 2020 e…

Read More

Erutta vulcano in Nuova Zelanda, almeno 5 morti, turisti dispersi

615 ViewsUna decina i visitatori sull’isola al momento dell’eruzione Almeno cinque persone sono morte per l’eruzione del vulcano Waakari, nella piccola isola White Island in Nuova Zelanda. Lo rende noto la polizia locale. Diverse sono rimaste ferite, mentre alcuni turisti risultano dispersi. L’improvvisa eruzione è avvenuta mentre diversi turisti stavano compiendo escursioni sul cratere. La premier neozelandese, Jacinda Ardern, in conferenza stampa da Wellington, ha spiegato che diversi visitatori feriti – di cui non sono stati resi ancora noti né il numero né le nazionalità – sono stati trasportati in ospedale nella vicina North Island, l’isola più…

Read More

È in mare il motore che fa scivolare l’Etna nello Ionio

661 ViewsImpossibile dire se causerà uno tsunami A largo della costa orientale della Sicilia c’è un motore sommerso che fa scivolare l’Etna nelle acque dello Ionio. Come se nel versante di Sud-Est il vulcano ‘non avesse i piedi’. Il motore principale di questo movimento, che nel maggio 2017 è stato di 4 centimetri in soli 8 giorni, non è legato alla camera magmatica, come ritenuto finora, ma è in mare, come se l’Etna stesse collassando sotto il suo stesso peso. Per gli esperti, è impossibile dire se questo movimento in…

Read More

Roma, “il vulcano dei Colli Albani dà segni di risveglio”

763 Views“I Colli Albani, l’area vulcanica alle porte di Roma, inizia a dare segni di un futuro risveglio” E a diversi chilometri di profondità si sta accumulando nuovo magma. A stabilirlo, uno studio multidisciplinare condotto da un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Geologiche – Sapienza Università di Roma, Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IGAG-CNR), e Laboratorio di Geocronologia dell’Università di Madison. Lo studio, illustrato da un abstract disponibile sul sito dell’Ingv, si riferisce…

Read More

Il vulcano Calbuco come il Vesuvio, eruzione esplosiva

1.300 ViewsImpossibile prevederne la durata, scenari aperti E’ simile al Vesuvio il vulcano Calbuco, che si è risvegliato nel Sud del Cile: anche le sue eruzioni sono esplosive e sollevano nell’atmosfera una colonna di gas e ceneri. Al momento è impossibile prevedere quanto durerà l’eruzione e neanche se la colonna collasserà o meno: ”dipende dalla quantità di magma in gioco e da quanto il magma è ricco di gas”, spiega il vulcanologo Salvatore Inguaggiato, della sezione di Palermo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Il Calbuco è il terzo…

Read More

Antartide, ‘risvegliato’ muschio di 800 anni

1.123 ViewsEra imprigionato nel terreno ghiacciato Sono ‘tornati in vita’ in laboratorio muschi sepolti da 800 anni sotto i ghiacci dell’Antartide. A farli rivivere è stato il gruppo di ricerca italiano dell’università dell’Insubria, al lavoro presso la base antartica italiana ‘Mario Zucchelli’ a Baia Terra Nova. Condotta nell’ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (Pnra), la ricerca si deve a Mauro Guglielmin, docente di Geografia Fisica e Geomorfologia, e alla botanica Nicoletta Cannone, che hanno lavorato in collaborazione con il British Antarctic Survey. Raccolto nell’area nella base antartica britannica…

Read More

Il ‘respiro’ Campi Flegrei misurato dai satelliti

878 ViewsIl suolo si solleva al ritmo di 0,5 centimetri al mese,dati radar Il ‘respiro’ dei Campi Flegrei è stato visto in azione dai radar a bordo dei satelliti Sentinella dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). I dati indicano che il processo di deformazione del suolo iniziato negli anni ’70 è ancora in corso e le ultime misure, prese fra l’ottobre 2014 e marzo 2015, mostrano che il terreno continua a sollevarsi al ritmo di mezzo centimetro al mese. Il risultato è stato presentato a Frascati, nel convegno sulla tecnica di interferometria…

Read More

Uomo di Altamura era un Neanderthal, Dna lo conferma

758 ViewsE’ vissuto circa 150 mila anni fa L’analisi del Dna conferma che l’uomo di Altamura era un Neanderthal, vissuto circa 150 mila anni fa: è quanto mostrano i primi dati che arrivano dallo studio del materiale genetico estratto dal fossile. Pubblicata sulla rivista Journal of Human Evolution, la ricerca è coordinata dal paleoantropologo Giorgio Manzi dell’università Sapienza di Roma e dall’antropologo David Caramelli dell’università di Firenze. È il Dna più antico per un Neanderthal e potrà aiutare a ricostruire l’evoluzione umana in Europa prima dell’arrivo dell’uomo moderno, ossia il…

Read More

Mare anomalo in Messico, le acque si ritirano a Puerto Vallarta

778 ViewsUn video impressionante di pochi giorni fa mostra come il mare si sia improvvisamente ritirato a Pierto Vallarta, in Messico Mare anomalo in Messico, le acque si ritirano a Puerto Vallarta – E’ accaduto alcuni giorni fa a Pierto Vallarta, in Messico, un fenomeno che ha lasciato a bocca aperta le persone che lo hanno osservato. Il mare si è improvvisamente ritirato, con le acque che sono arretrate in una manciata di minuti, davanti agli occhi stupiti dei bagnanti, che inizialmente hanno temuto si trattasse della fase preparatoria di…

Read More