Sfera luminosa nel cielo di Mondello, l’ufologo:«Movimenti anomali, forse sonda aliena»

306 Views




A girare il video, dalla terrazza di casa sua è Daniele Chiappara:”Capii subito che non si trattava di una stella o un aereo”.

“Ci mancavano soltanto gli alieni!”. Nel corso del 2020, di certo uno degli anni più turbolenti degli ultimi tempi, la battuta potrebbe risultare scontata ancorchè inflazionata. Eppure, quando a pronunciarsi è uno stimato ufologo, mettere da parte il sarcarsmo per cercare di attenzionare il video in questione crediamo ne valga la pena. Nella fattispecie, a condividere il filmato proposto da Palermo Live è Daniele Chiappara da Mondello, testimone oculare di un avvistamento, come vedrete più che curioso. Ecco ciò che comunicava Daniele, la sera del 28 alle ore 20:55, ad A.R.I.A , l’associazione ricerca italiana aliena fondata dall’esperto in materia Angelo Muggioni.

“Stavamo tranquillamente cenando in terrazza io, mia sorella e mio padre. Guardavo il cielo e notai subito che a sinistra della luna c’era qualcosa che somigliava ad una stella ma troppo luminosa. Quando quell’oggetto ha iniziato a mettersi in moto, era circondato da fari bianchi accecanti ed una luce rossa fuoco ad intermittenza su un lato. Capii subito che non si trattava di una stella o un aereo. Così la prima cosa che mi passò per la testa fu di prendere il cellulare nella stanza accanto e registrare tutto.Nel video non sono riuscito a catturare uno spostamento improvviso dell’oggetto.
Sì è letteralmente trasportato da un punto all’altro del cielo per poi tornare al punto dell’avvistamento in meno di un secondo.
Vi posso assicurare che quello che avevamo davanti non era nulla di terrestre! “

NO IPOTESI AEREO, PALLONE SONDA, DRONE O SATELLITE             

Preso in esame il documento filmato, è di estremo interesse quanto dichiara l’ufologo ligure:”Il comportamento dell’oggetto filmato da Daniele si può paragonare all’oggetto che ho filmato anni fa a Savona, una sfera Bianca luminosa forse grande quanto una palla da tennis, che si muoveva schizofrenica tra i tetti. Anche in questo caso ci troviamo davanti ad un oggetto sferico luminoso con un comportamento bizzarro e imprevedibile sotto ogni aspetto. La prima cosa che abbiamo potuto fare era quello di escludere aerei, palloni sonda, satelliti, volatili e droni amatoriali. Quest’ultimi- specifica l’ufologo ligure –  seppur possono compiere manovre improvvise e dirette ( un aereo ad esempio non potrebbe cambiare direzione di colpo ma deve effettuare una virata come non potrebbe decelerare  se non in fase di atterraggio) quelli amatoriali a quella distanza sono difficilmente rintracciabili, noi ad esempio di A.R.I.A utilizziamo anche i droni per le indagini di zona e suolo; abbiamo il Parrot bebop 2 e il fantastico Mavic 2 zoom. Grazie alla sua camera e allo strepitoso zoom possiamo osservare da molto vicino  zone inaccessibili e distanti, considerate che un Mavic raggiunge fino ai 7 km di distanza e arriva fino a 500 mt di altezza. Ebbene, seppur quest’ultimo viene impiegato anche dalle forze dell’ordine come pompieri, Polizia e Carabinieri, ad una distanza di 30 metri diventano difficili da osservare a meno che non mantengano un’altezza irrisoria, ma non è questo appunto il caso.


MOVIMENTI E VELOCITA’ NON TERRESTRI

L’oggetto osservato e filmato compie acrobazie vere e proprie tipiche degli oggetti sconosciuti come ad esempio quelli da noi pubblicati sulla Valmalenco, o come il famoso avvistamento di Seborga e come ad esempio quelli ripresi dal Pentagono!! L’oggetto prima esegue una direzione poi cambia improvvisamente si abbassa per andare nella direzione opposta per poi di colpo riprendere la direzione originaria ma obliqua e poi sparisce nel nulla, per poi comparire completamente dalla parte opposta della direzione che aveva intrapreso! Movimenti repentini e schizofrenici – continua Muggioni –  che escludono la presenza di un drone amatoriale. Certo, non possiamo completamente escludere un drone prototipo militare, la Sicilia è terra militare e sorvegliata da molte basi militari, inoltre Mondello si trova perfettamente in linea con Canneto di Caronia, famosa per gli incendi appiccati da padre e figlio Pezzino, ma anche per alcuni risvolti misteriosi e di presenze di oggetti volanti non identificati”.

ANALOGIE CON L’UFO DI SAVONA

L’ufologo menziona infine la sua esperienza riguardante i cieli di Liguria, con l’ufo avvistato a Mondello. “Se prendiamo il filmato di Savona e lo confrontiamo con questo di Mondello troveremo molte analogie ed è per questo che lo consideriamo davvero straordinario, sia per il comportamento inusuale, sia per la sua sparizione e apparizione  che avviene in uno spazio di tempo ristretto e ad una distanza in linea d’aria considerevole. Sono pilotati al loro interno? Non credo. Questi oggetti spesso li ho considerati come vere sonde o droni alieni che hanno probabilmente uno scopo preciso o di ricerca o di sorveglianza. spesso sfuggono al controllo radar in quanto i radar sono tarati per i movimenti e velocità di oggetti conosciuti terrestri e, dunque, di ciò che conosciamo, ma quando iniziano ad compiere evoluzioni e spostamenti che violano la nostra legge fisica conosciuta, i radar non vedono e non segnalano nulla! La nostra conclusione è che riteniamo questo avvistamento interessante e meritevole di attenzione proprio per la sua complessa  evoluzione dei fatti”.

Alfredo Minutoli


Comments

comments

Leggi anche