Crew Dragon, l’equipaggio si prepara al lancio

62 Views




Previsto la sera del 14 novembre, ma incombe la tempesta Eta

L’equipaggio della Crew Dragon all’arrivo a Cape Canaveral. Da sinistra: Shannon Walker, Victor Glover, Michael Hopkins e Soichi Noguchi (fonte: NASA)

L’equipaggio della capsula Crew Dragon della SpaceX è arrivato in Florida, presso il Kennedy Space Center, per prepararsi al lancio previsto la sera del 14 novembre, ma sui preparativi incombe la tempesta tropicale Eta, che si sta avvicinando al Sud della Florida.

Il comandante Mike Hopkins, i colleghi della Nasa Victor Glover e Shannon Walker e l’astronauta giapponese Soichi Noguchi sono arrivati a Cape Canaveral in vista del primo volo operativo con equipaggio della navetta costruita dall’azienda di Elon Musk per la Nasa dopo il volo di prova del maggio scorso. Tutti adesso sono in quarantena, come da sempre accade per gli astronauti che stanno per affrontare un lancio, e passeranno i prossimi giorni a esaminare i piani di volo.

È previsto anche un test sulla rampa di lancio: mercoledì 11 novembre quando i quattro astronauti saliranno sulla navetta Crew Dragon, chiamata “Resilience”, per una prova generale pre-volo.

“Siamo pronti – ha detto Hopkins – stiamo iniziando questa nuova era in cui faremo ruotare gli equipaggi verso la Stazione Spaziale Internazionale dal suolo americano con i nostri partner commerciali come SpaceX. Quindi siamo molto entusiasti di farne parte”. Il lancio della missione, chiamata Crew-1, è previsto il 14 novembre alle ore 19,49 della costa Est degli Stati Uniti, quando in Italia saranno le 1,49 del 15 novembre. Si inaugurerà in questo modo la nuova serie dei voli di rotazione dell’equipaggio della Stazione Spaziale con la navetta della SpaceX, dopo il sucesso del volo di prova del maggio scorso con gli astronauti della Nasa Doug Hurley e Bob Behnken.

“Quello che stiamo facendo è passare da un volo di prova a voli operativi”, ha osservato l’amministratore della Nasa Jim Bridenstine. “Ogni volo è una prova quando si tratta di viaggi spaziali, ma – ha osservato – è anche vero che dobbiamo essere in grado di raggiungere regolarmente la la Stazione Spaziale”.

Se tutto andrà come programmato, la missione, arriverà a destinazione alle 10,20 (italiane) del 15 novembre, ma raffiche di vento e forti piogge dovute alla tempesta tropicale Eta potrebbero ostacolare i preparativi per il lancio. “Chiaramente, la tempesta potrebbe avere un impatto”, ha osservato Hopkins. “Ci adatteremo e – ha aggiunto – saremo pronti per partire quando il meteo sarà buono”. (Ansa)


Comments

comments

Leggi anche