I tre video di Ufo sono reali. La conferma del Pentagono

225 Views





Dopo un paio di tentativi, il pilota della Marina Usa riesce a inquadrare con la camera a infrarossi lo strano oggetto che si muove sull’acqua. Esulta: “Preso!”. Via radio lui e i colleghi si mostrano increduli di fronte a un fenomeno che all’apparenza non ha spiegazioni. Un veicolo, o qualsiasi cosa sia, che sfreccia a grande velocità.

Gridano “Oh mio dio” e come adolescenti di fronte a un videogame commentano: “L’hai agganciato (manualmente, ndr)?”. “No è l’autotrack” è la risposta del pilota. Ma non è un videogame. Il video dal titolo “Go fast” è uno dei tre filmati (due, compreso questo, del 2015 e uno del 2004) della Marina militare Usa ora pubblici e scaricabili dal sito della Difesa per “eliminare qualsiasi equivoco sul fatto che il filmato che era circolato fosse autentico o che qualcos’altro oltre al video”.   La stessa Difesa ne aveva confermato l’autenticità a settembre 2019. I tre video erano stati diffusi senza autorizzazione nel 2017 dalla “To the stars Academy”, società ufologica fondata dall’ex chitarrista e cantante del gruppo punk-rock Blink 182. Il New York Times aveva rivelato l’esistenza di programmi di investigazione di questi fenomeni, anni fa. La Difesa, tuttavia, anche questa volta, non ha fornito alcuna spiegazione sulla natura di questi oggetti, quindi il mistero degli Ufo rimane tale.


Comments

comments

Leggi anche